2798

Museo Civico di Cuneo

Scansione 3D e Allestimento Interattivo ritrovamenti archeologici

Scansioni 3D | Software ed App 3D
Applicazioni 3D interattive e immersive | Arte/cultura

Dalla sorpresa che non ti aspetti all'allestimento di una delle più singolari esperienze museali piemontesi. E' il caso dei reperti accidentalmente rinvenuti nel contesto degli scavi per la realizzazione del tratto di autostrada compreso tra Asti e Cuneo, più in particolare a Sant'Albano Stura, dove è stata scoperta una necropoli longobarda, comprendente ben 776 tombe, ricche di gioielli e monili di ogni genere. In parallelo all'iniziativa di restauro del sito, dalla sinergia tra la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte ed il Museo Civico di Cuneo è nata la volontà di rendere fruibili al pubblico alcuni tra gli elementi più significativi dell'incredibile patrimonio storico riemerso.

Dopo un lungo percorso di studi e ricerche pubblicati nella guida "Ritrovamenti Archeologici lungo l'Asti-Cuneo", nell'ottobre del 2016 è stata finalmente aperta al pubblico anche la nuova sezione archeologica del Museo Civico di Cuneo: il tesoro della necropoli longobarda di Sant'Albano Stura è oggi a disposizione di tutti.
<h6>La necropoli che torna a vivere, grazie alle nuove tecnologie digitali</h6>
L'allestimento della mostra permanente del Museo Civico di Cuneo, realizzato dalla Kibox su progetto degli architetti Fernando Delmastro e Clara Distefano, utilizza le nuove tecnologie digitali per garantire un'esperienza museale molto completa, grazie a teche multimediali, grafiche tattili per il pubblico non vedente, filmati con immagini fotografiche e ricostruzioni digitali realizzate in 3D. L'obiettivo dichiarato è stato quello di garantire al pubblico una fruizione il più possibile interattiva ed immersiva dello scavo archeologico della necropoli, per rivivere in maniera credibile l'esperienza funeraria dell'alto Medioevo, sulla base dell'attendibilità scientifica degli studi condotti dalla Soprintendenza. Per la creazione dei contenuti digitali i progettisti si sono avvalsi della consulenza di Marco Stucchi, Space Cookies e Protocube Reply.

<img class="size-full wp-image-2808" src="https://ptbwebsite.com/wp-content/uploads/2018/01/la-stampa-01.jpg" alt="cuneo scansione 3d la stampa 01" width="700" height="394" /> Gli architetti Clara Distefano e Fernando Delmastro insieme ad una delle teche multimediali della mostra sulla necropoli longobarda di Sant'Albano di Stura (credits La Stampa)
<h6>Un'esperienza museale tutta in 3D - dalla scansione dei reperti all'applicazione multimediale</h6>
Nel contesto dell'ampia produzione che caratterizza l'allestimento cuneese, Protocube Reply si è occupata della produzione dei contenuti relativi alle teche multimediali interattive. Un processo articolato, che va dalla scansione 3D ad altissima risoluzione dei reperti selezionati, all'elaborazione dei modelli digitali, fino alla realizzazione dell'applicazione interattiva che consente ai visitatori di poter esplorare comodamente l'intera collezione dei reperti, visualizzandola sui grandi display sommitali. Si tratta di un flusso di lavoro "from start to end" sviluppato grazie alla costante collaborazione di un team multidisciplinare.

<img class="size-full wp-image-2807" src="https://ptbwebsite.com/wp-content/uploads/2018/01/cuneo-scansione-3d-exhibit-museo-reperti.jpg" alt="cuneo scansione 3d exhibit museo reperti" width="2400" height="1528" /> Due exhibit dell'installazione realizzata presso il Museo Civico di Cuneo (credits DelMastro-Forlani)
<h6>La scansione 3D. Dove tutto ha inizio.</h6>
Quando si effettua una scansione 3D nell'ambito dei beni culturali, l'obiettivo ricorrente è quello di ottenere la riproduzione digitale più realistica possibile del reperto reale. Grazie ai modelli 3D digitali, le nuove tecnologie consentono infatti di proporre una molteplice varietà di esperienze senza mettere a rischio la conservazione degli originali.

La dematerializzazione del reperto consente inoltre molte possibilità a livello di fruizione, su tutte quella di poter riunire e proporre al pubblico delle collezioni che, per varie ragioni, non potrebbero mai trovare luogo all'interno di un'unica sede museale. Oltre ovviamente alla possibilità di soluzioni ibride, basate sulla contemporaneità di elementi originali e repliche.

Nella creazione dei contenuti digitali, la scansione 3D rappresenta l'inizio di un processo articolato, che prosegue con la realizzazione del modello 3D vero e proprio. L'ottimizzazione della geometria e delle texture del modello varia a seconda delle varie esigenze previste:
<ul>
<li>modelli 3d digitali in alta risoluzione per exhibit interattivi</li>
<li>modelli 3d digitali per rendering (immagini e video)</li>
<li>modelli 3d digitali per contenuti real time interattivi (es. Realtà Virtuale e Realtà Aumentata)</li>
<li>repliche in stampa 3D</li>
</ul>
<img class="size-full wp-image-2809" src="https://ptbwebsite.com/wp-content/uploads/2018/01/cuneo-scansione-3d-originale.jpg" alt="cuneo scansione 3d originale" width="2200" height="881" /> Particolare del reperto originale di una fibula, ornamento femminile di epoca longobarda ritrovato in una delle tombe della necropoli di Sant'Albano Stura (credits Protocube Reply)

<img class="size-full wp-image-2810" src="https://ptbwebsite.com/wp-content/uploads/2018/01/cuneo-scansione-3d-digitale.jpg" alt="cuneo scansione 3d digitale" width="2800" height="740" /> Il risultato della scansione 3D laser ad altissima risoluzione e dell'ottimizzazione del modello digitale utilizzato per i contenuti dell'applicazione interattiva (credits Protocube Reply)

<img class="size-full wp-image-2811" src="https://ptbwebsite.com/wp-content/uploads/2018/01/cuneo-scansione-3d-laser-work.jpg" alt="cuneo scansione 3d laser work" width="2500" height="1406" /> La scansione 3D dei reperti della necropoli di Sant'Albano Stura è stata effettuata in un laboratorio allestito ad hoc per le esigenze specifiche della collezione, utilizzando sia tecnologie laser scanner che a luce strutturata (credits Protocube Reply)

<img class="size-full wp-image-2820" src="https://ptbwebsite.com/wp-content/uploads/2018/01/cuneo-scansione-3d-fasi-modellazione-3d-small.jpg" alt="cuneo scansione 3d fasi modellazione 3d small" width="2600" height="1463" /> L'immagine mostra la sequenza delle fasi che interessano la digitalizzazione di un reperto archeologico. Da sinistra possiamo assistere 1) modello 3d in nuvola di punti 2) modello 3d poligonale 3) rendering "clay" del modello digitale 4) rendering del modello digitale con texture in alta risoluzione (credits Protocube Reply)

______